Conservazione storica dell'iride



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Preservare le iridi storiche

Sono appassionato di coltivare l'iris storico come mezzo per preservare una storia vivente nelle piante.

Molti anni fa, poco dopo essermi trasferito in Colorado, un amico mi regalò due bellissime piante di iris barbuto. Ho sempre fatto giardinaggio, ma il clima in Colorado era così diverso da quello della mia città natale nella parte occidentale di Washington che ho scoperto che avevo bisogno di imparare di nuovo a fare giardinaggio. Durante quegli anni di apprendimento queste iridi prosperarono nonostante l'incuria, l'ignoranza da parte mia su come modificare adeguatamente il suolo o mantenerle annaffiate in questo clima arido con inverni viziosi. È stata la dura natura survivalista di queste piante che mi ha ispirato a saperne di più sull'iride e alla fine mi ha portato a iniziare a ibridare (allevare) le mie iris. Quando finalmente ho "scoperto" le iridi con passione, ho imparato che si trattava di iris storici e ho iniziato una ricerca per trovare i loro nomi propri. Questa ricerca sul tema delle iridi storiche è la base da cui traggo l'argomento di questo articolo.

Sono un membro della Historic Iris Preservation Society (HIPS), dell'American Iris Society (AIS), del Northern Colorado Daylily Club, della Mountains and Plains Iris Society e un funzionario regionale dell'American Hemerocallis Society (AHS-daylilies).

La tua prima domanda è probabilmente "Cos'è un'iride storica?"

Buona domanda! L'American Iris Society definisce un'iride storica come un'iride introdotta 30 anni fa o più. Cioè, a partire dal 2012, chiunque sia stato introdotto prima del 1983 è considerato "storico".

Ora, la tua seconda domanda potrebbe essere qualcosa del genere ... "OK, ora capisco cos'è un'iride storica, ma perché dovrei preoccuparmi, e più specificamente, perché dovrebbe interessarmi abbastanza da volerle" preservare "... e cosa significa comunque? "

Perché preservare l'iride storica?

Quindi affrontiamo la prima parte di quella domanda. Perché qualcuno dovrebbe preoccuparsi dell'iris storico o delle piante storiche in generale per quella materia?

Ci sono molte ragioni e risposte per questa domanda, probabilmente tante quante sono le persone interessate alla conservazione della storia e al giardinaggio. Tuttavia, le ragioni tendono a ricadere su alcuni temi comuni.

Uno dei motivi spesso citati è il valore sentimentale. "Mi ricordano i giardini di mia nonna" o "visitavo la tomba di mio nonno e questi fiori erano piantati tutto intorno al vecchio cimitero" sono temi comuni. A volte è semplice come "un amico me ne ha regalato alcuni molti anni fa, e me la ricordo ogni volta che sbocciano". Il valore sentimentale per le cose vecchie non può essere scontato. Ci porta gioia e ci ricorda i momenti piacevoli con persone speciali.

Alcune persone diranno che preferiscono solo l'eleganza e le linee semplici delle forme più vecchie. I fiori sono più piccoli, spesso più lunghi e più stretti nella forma e talvolta sorprendentemente profumati. Tutte queste caratteristiche le rendono attraenti per i giardinieri di oggi.

Un altro motivo da non trascurare è la conservazione di monumenti ed edifici storici. Spesso tali siti ospitano giardini che i nuovi proprietari, privati ​​o pubblici, vorrebbero replicare con piante autentiche dell'epoca. Se le piante non venissero preservate, quindi non più disponibili, sarebbe impossibile replicare un autentico giardino d'epoca. Le opportunità educative di un sito storico pubblico sarebbero ridotte.

Una delle ragioni per la conservazione delle piante storiche che viene spesso trascurata è la conservazione del pool genetico delle specie vegetali.

Quando gli ibridatori (coltivatori di piante) sviluppano nuove piante, spesso lo fanno restringendo il pool genetico attraverso un metodo chiamato "allevamento di linea". L'allevamento in linea comporta l'impollinazione incrociata e la selezione di piante strettamente correlate per molte generazioni. La selezione ripetuta di alcuni tratti porterà alla fine a un restringimento della genetica nella linea in modo tale che quei tratti siano riprodotti più facilmente. Una volta che il tratto è facilmente prodotto, le piante possono essere "incrociate" con piante non imparentate per sviluppare altri tratti desiderabili.

Ad esempio, negli iris barbuti c'erano originariamente solo iris di specie bianche e viola, a fiore piccolo e di forma stretta con cui lavorare. Attraverso molte generazioni di allevamento selettivo, con ogni generazione di piante, gli ibridatori hanno scelto le piantine che mostravano più una sfumatura rosa ai fiori. Alla fine si è sviluppato quello che vediamo oggi come iris "rosa". Una volta che il colore è stato impostato nelle linee della piantina, gli ibridatori potevano concentrarsi sull'espansione delle varie forme di fiori in modo che oggi abbiamo quelli rosa larghi increspati, quelli rosa a fiore grande, rosa di dimensioni intermedie e rosa nano.

Ci vogliono molti anni per sviluppare un nuovo tratto come questo, spesso più generazioni di ibridatori lavorano sullo stesso tratto per perfezionarlo.

Queste linee storiche contengono ancora genetiche inesplorate che potrebbero portare a nuovi tratti per lo sviluppo di futuri ibridatori. Se i futuri ibridatori devono tornare indietro fino alla specie per cercare di trovare quei tratti nascosti, potrebbe volerci una vita o più per spostare i tratti in avanti. Basandosi sul lavoro delle generazioni precedenti di ibridatori, hanno maggiori probabilità di successo in un lasso di tempo che vivranno per vedere.

Identificazione corretta per favore

Una delle sfide nel preservare piante storiche di qualsiasi tipo è che spesso la pianta è stata separata dal suo nome proprio. Quanti giardini domestici hai visto dove ogni pianta è accuratamente etichettata con il suo nome, ibridatore e data di registrazione?

È probabile che tu ne abbia visti pochi o più probabilmente nessuno. A parte l'occasionale collezionista ossessionato, la maggior parte dei giardinieri ricorda le proprie piante semplicemente come "quell'iride viola" o "quella gialla vicino al garage". Con decine di migliaia di piante di iris registrate, puoi immaginare che ce ne siano letteralmente migliaia di piante "viola".

È qui che la Historic Iris Preservation Society (HIPS) viene in soccorso (vedi l'elenco delle risorse di seguito). I membri di tutto il mondo non solo coltivano le proprie grandi collezioni di iris storiche, ma mantengono un sito web pieno di fotografie recenti di tipi storici e vecchi cataloghi di ibridatori. Gli esperti di identificazione ti guideranno attraverso le principali differenze osservabili, come la dimensione del fiore, la dimensione della fioritura, la fragranza, il tempo di fioritura e le differenze di fogliame. Invia le tue foto al forum di identificazione HIPS e altri membri cercheranno di aiutarti a trovare un ID.

Spesso è necessario far crescere l'iride fianco a fianco con una sospetta corrispondenza da una fonte affidabile nota per verificare l'identità. I membri HIPS commerciano regolarmente rizomi e forniscono anche un elenco di risorse commerciali.

La ricerca dei nomi propri delle piante storiche è avvincente tanto quanto la ricerca sulla genealogia umana. In effetti, potresti trovarti ad affrontare progetti insoliti. Ad esempio, dopo aver notato una grande varietà di iris storici che crescevano in un cimitero locale, mi sono dato l'arduo compito pluriennale di tentare di identificare le varietà che crescono lì. È affascinante l'informazione che si può apprendere e il senso di nostalgia è meraviglioso.

Elenco delle risorse

  • American Iris Society
    L'autorità mondiale sugli iris e l'ente riconosciuto a livello mondiale per la registrazione delle piante per gli iris. Offrono una serie di preziose risorse online tra cui "The Iris Encyclopedia".
  • Historic Iris Preservation Society (HIPS)
    Forniscono un database di foto online dell'iride storica, forum di discussione dei membri e assistenza per l'identificazione delle iridi storiche. Sono un'affiliata dell'AIS.

© 2017 newdaygardens

TTMall il 21 marzo 2012:

Mi è piaciuto molto il tuo obiettivo! Ci metti davvero molte buone informazioni.

anonimo il 17 marzo 2012:

Ottimo articolo! Mi sono interessato all'iris e all'inizio sono stato attratto da tutte le "nuove" varietà con i loro accostamenti di colori vivaci, balze e balze. Ad un certo punto ho scoperto gli storici e ho iniziato a coltivarli nel mio giardino. Ora devo venire ad apprezzare davvero le linee semplici, le forme delicate e le fragranze delle "vecchie" iris. Alcuni dei miei storici classici preferiti sono "Honorabile" (Lemon, 1840), "Dauntless" (Connell, 1929) e "The Red Douglas" (Sass, 1934) e molti altri. Grazie per un fantastico articolo sulla bellezza e il valore degli iris storici!

flycatcherrr il 12 marzo 2012:

Uno dei miei fiori preferiti! Non conosco tutti i nomi dei miei iris, perché alcuni sono stati tramandati per la comunità di giardino in giardino per più di mezzo secolo, ma tutti sono ugualmente apprezzati. Amo la varietà di iridi disponibili; e il modo in cui sono abbastanza resistenti per il clima della costa orientale del Canada, ma sembrano così esotici e fragili.

ronberry lm il 22 febbraio 2012:

Che grande obiettivo! Ho degli iris in uno dei miei giardini ma niente a che vedere con la foto sopra. Hai risvegliato il mio interesse. Grazie. Ora per convincere mia moglie che devo andare a fare shopping di fiori!

anonimo il 7 febbraio 2012:

Così bello.

newdaygardens (autore) dal Minnesota il 1 febbraio 2012:

@anonymous: Grazie!

anonimo il 31 gennaio 2012:

Sono tornato al tuo articolo e * benedetto *!

MariaMontgomery dalla Florida centrale, USA, il 30 gennaio 2012:

Questa è una bellissima lente. Grazie per averlo fatto. Alzo anche le iridi. Sono il mio fiore preferito. A me sembrano piuttosto esotici, anche se la nonna di quasi tutti ne aveva alcuni. Ne ho presi alcuni con me durante il nostro trasferimento dalla Carolina del Nord al Colorado, ma li ho lasciati indietro quando siamo tornati a casa in Alabama. Adesso ne raccolgo di più.

Ben Reed da Redcar il 26 gennaio 2012:

Una bella lente - grazie

anonimo il 25 gennaio 2012:

Ti adoro l'obiettivo e le belle foto

Mary Beth Granger da O'Fallon, Missouri, USA, il 25 gennaio 2012:

Adoro fotografare le iridi al giardino botanico del Missouri a St. Louis. Hanno una fantastica selezione. Non ho mai provato a coltivarli però ... hai suscitato il mio interesse.

newdaygardens (autore) dal Minnesota il 15 gennaio 2012:

@Countryluthier: grazie per aver visitato il mio obiettivo. Sono contento che ti abbia fatto fare un viaggio nella memoria!

newdaygardens (autore) dal Minnesota il 15 gennaio 2012:

@cbarkett: grazie per la visita & amp; commentando il mio obiettivo. Spero che troverai i nomi dei tuoi vecchietti. È una ricerca così divertente, spesso piena di serendipità e nuove amicizie.

cbarkett il 15 gennaio 2012:

Ne ho dati alcuni che assomigliano alla vecchia varietà. Sarò curioso di vedere se riesco a identificarli ora.

E L Seaton dalla Virginia il 15 gennaio 2012:

Ho coltivato alcuni di questi da bambino dai giardini abbandonati di altre persone che rimangono ancora oggi nel Mississippi. Grazie per la condivisione. In questa lente c'è un viaggio nel tempo alla mia giovinezza. Continua così!

anonimo il 10 gennaio 2012:

questi fiori mi ricordano mia mamma, lei li ama e le ricordano sua nonna. Suppongo che sia per questo che hanno un'immagine duratura nella mia, grazie per averle condivise.

newdaygardens (autore) dal Minnesota l'8 gennaio 2012:

@prosepine lm: grazie! Ad eccezione dell'unica foto del cimitero, tutte le altre sono state scattate nel mio giardino. Mi ha scioccato la prima volta che ho trovato un perfetto sconosciuto che vagava per il mio giardino durante la stagione della fioritura ... ma una volta l'ho mostrata in giro e ho visto la sua mascella cadere & amp; oltre ho apprezzato il complimento. Spero di iniziare presto a ospitare giornate all'aperto in giardino.

newdaygardens (autore) dal Minnesota l'8 gennaio 2012:

@SusanDeppner: grazie! Significa molto avere il mio primo obiettivo complimentato così gentilmente da un gigante!

newdaygardens (autore) dal Minnesota l'8 gennaio 2012:

@PrettyWorld: grazie per i gentili commenti!

prosepine lm l'8 gennaio 2012:

Il tuo giardino deve essere bellissimo!

Susan Deppner dall'Arkansas USA il 6 gennaio 2012:

Interessante! E splendidi iris!

PrettyWorld il 05 gennaio 2012:

Obiettivo adorabile! Che belle iridi. :)


Guarda il video: Trauma Cranico


Commenti:

  1. Ashvik

    Chi posso chiedere?

  2. Ashaad

    Rispondo alla tua richiesta - non è il problema.

  3. Eftemie

    Non andrà così.



Scrivi un messaggio


Articolo Precedente

Quali sono le differenze tra narcisi, narcisi e Jonquils?

Articolo Successivo

Come sbarazzarsi di cocciniglie